062. Frammenti – Giulia Ranieri, Ferentino (Fr)

Forse una volta

eravamo stelle

Forse di quei soli lontani

siamo frammenti.

Ci appartiene, il cielo.

Lo guarda

E si sfiora i tre nei,

del suo braccio destro 

Allineati come

la costellazione,

che fissa da un po’.

Sul tetto, di notte

neanche un rumore.

Solo un cane, lontano

vuole farsi sentire

da quel cielo, distratto

di cui non vede la fine.

Firmamento,

che lascia la firma.

Lei, onorata

è parte di tutto

quel caos ordinato

chiamato Cosmo.