Io e l’Universo – Vito Tedesco, Molfetta (Ba)

Io, nel mio essere infinitesimale

non ho la presunzione di cogliere

il sapere in una sola formula: E=m*c^2

per chi ascolta i gemiti

del sottofondo del Cosmo,

voglia di scavare, cercare, interpretare

un inizio, la nascita, l’attimo,

la brama di conoscere e dar forma,

all’uomo, al Creato, a Dio,

un universo immenso e possibile

ma solo uno come   tanti altri,

solo una probabilistica combinazione,

cosa c’è allora di peggio,

se non l’apoteosi della mente

credulona, zeppa di false teorie

che esprimono la brama

di un solo Universo.

Senza le dune che annunciano il mare,

il nulla, il vuoto, esegesi di comodo,

cerca ciò che non si   guarda

e Dio è ciò che altro non è.