014. Ode alla Luna – Patrizia De Luca, Pratola Serra (Av)

Si levano alla luna ascendente i sussurri delle onde

decorate da trine di spuma bianca.

S’innalza il frinire di chiassosi grilli nella penombra di

boschi e campagne da bagliori di perle bagnati.

Sciolgono un inno di gioia e gufi e civette e lupi.

Si uniscono al coro pure le piante in fiore con

il loro olezzante profumo.

Lassù, appuntata da mille spilli d’argento

una falce di luna bronzea ascolta, attenta,

la voce del giocondo creato.

Prima che il gaio sole si levi mandando

un saluto al cielo la luna col viso su cui balena un sorriso resta

 nel vano ascolto dell’ultima ode di gratitudine

alla vita che ricomincia. L’ode dell’uomo.

2 comments to “014. Ode alla Luna – Patrizia De Luca, Pratola Serra (Av)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.