029. Perla del cielo – Pietro Lapiana, Borgia (Cz)

Nell’infinita volta celeste

di un’estiva notte serena,

alta e superba rifulge

la bianca luna piena.

Splendente come un cristallo

il placido mare rischiara,

luccica un riverbero d’argento

al largo, come una grande lampara.

Gemma magnifica del firmamento,

candida perla del cielo,

tremola nelle acque chiare,

come fiamma nel focolare,

come lacrima che riga il viso

di chi nel cuore ha il patimento

o per gioia regala un sorriso.

Rossa si mostra nelle miti serate,

come il corallo dei caldi fondali,

sfuma nel rosa all’orizzonte marino

 e allo sguardo colto da stupore

si offre un panorama divino

della bellezza della natura rivelatore.

Giovani palpitanti di passione,

sull’erma spiaggia distesi,

irradiati di vivido chiarore

vagheggiano con occhi sognanti, 

ammaliati dalla mirabile visione

svelano il bel sentimento dell’amore.