042. Tutto quello che abbiamo, tutto quello che lasciamo – Luigi Siviero, Trento

Tutto quello che abbiamo sono tracce.

Stelle estinte

nell’antichità

brillano inconsapevoli di non esistere più.

Mappa di tracce

per orientarsi nel nulla.

Orme calcificate

congelate dal tempo.

Riemergono.

Animali invisibili attraversano i millenni

illudendosi

di raggiungere la loro meta.

Mura di città defunte

oggi tombe di civiltà scomparse

si sbriciolano

trascinando con sé frammenti di umanità.

Tutto quello che lasciamo sono tracce.