039. Un sole senza raggi – Angelo Barreca, Corciano (Pg)

E ti ricordo

per l’ultimo tuffo

con il respiro che mi sfugge veloce.

Domani riprenderò la noia del dì mentre

l’orizzonte spegne il nostro arcobaleno.

Pensieri disordinati scivolano

dal pendio di tempestose cime

e intanto il cuore domanda …

Finestre ancora chiuse

nascondono frammenti di passione

che solo la luna può capire.

Del sole,

solo i raggi mi porto dentro

senza dare un senso a questa notte

che sta svanendo nel disordine del mare.

Non so nuotare,

ma alla vita come al mare poco importa,

ormai sono qui e posso solo correre

e sperare e lottare e forse … dimenticare.

Non importa se il tramonto sta bruciando

i ricordi di un istante,

le nostre silenziose ombre proteggono

l’eco dei nostri desideri.

Sto imparando a nuotare

abbandonandomi alla deriva dell’amore.