085. Vive fiammelle – Rosa Chiricosta, Firenze

Frammenti di infinito

Frammenti di infinito

solo caduti nel tempo finito

Per sentieri dispersi ci aggiriamo,

di questo nostro mondo

cercando solo un esile spiraglio,

fin lassù tra le stelle,

che illuminano il buio,

come vive fiammelle,

mentre splendono eterne,

sulle volte del cielo.

E ricerchiamo parole che, umane,

diano forma al mistero

che in profondo sentiamo!

Sono sillabe vane, quelle umane

con cui tutti cantiamo:

c’è altro ma è oltre.

Quando poi varcheremo

noi, frammenti ormai spenti,

quella soglia oltre il tempo

torneremo a brillare

nell’eterno infinito

noi, detriti di stelle,

ancor vive fiammelle.

noi, frammenti ormai spenti,

quella soglia oltre il tempo,

torneremo a brillare

nell’eterno infinito.